Worm Farm: come rivitalizzare la terra dell'orto
il tuo negozio dell'usato
Cerca:







mercatopoli magazine

Worm Farm: come rivitalizzare la terra dell'orto
Vivere green
Giovedì 11 Maggio 2017

Worm Farm - fattoria dei vermiChe cos’è una fattoria dei vermi? Domanda lecita dato che nessuno vorrebbe avere a che fare con i vermi, sinonimo di sporcizia e di cibo andato a male.

Ma cambiando il contesto, dalla cucina all’orto (sia l’orto "classico" sia l’orto urbano da balcone), i vermi diventano fondamentali per la salute della terra dove crescono le nostre piante, e sono degli aiutanti indispensabili per la digestione degli avanzi della cucina.

Allora che cos’è questa fattoria dei vermi? La fattoria dei vermi, in inglese chiamata proprio worm farm, è il luogo dove i vermi lavorano instancabilmente per digerire vari scarti della cucina per produrre un magnifico fertilizzante organico e naturale perfetto per rivitalizzare la terra del nostro orto.

Un compost in breve tempo grazie ai vermi

Il risultato che si vuole raggiungere è lo stesso di quello che si può avere facendo il "compost": il processo però è differente dato che il terriccio fertilizzante viene prodotto in tempi più lunghi, passando per un processo di trasformazione determinato dai processi chimici di digestione che si generano dal calore prodotto dalla pila di compost. Invece, la fattoria dei vermi richiede tempi più brevi, dato che il processo di digestione è dato dai vermi che attraversano i vari strati di avanzi, cibandosene e digerendoli, dandoci come risultato finale un prezioso fertilizzante.

Worm farm

Come funziona una Worm Farm?

Si utilizzano tre vasche rettangolari impilate una sopra all’altra, di cui le basi sono forate in modo da permettere ai vermi di passare da una vasca all’altra, ed una vasca alla base che raccoglierà i liquidi in eccesso (anch’essi un fertilizzante concentrato molto buono ma da usare in piccole quantità sulle vostre piante).

Per cominciare una fattoria dei vermi bisogna avere una delle vasche già con del compost con dei vermi all’interno, una volta riempita la vasca fino all’orlo la si deve mettere sotto le altre due vasche riempite con gli scarti della cucina, in modo che il fondo di quest’ultime tocchi il terriccio di quella sotto: questo permetterà ai vermi di passare da una vasca all’altra in cerca di nuovo cibo!

Worm farm

Così i vermi muovendosi dalla vaschetta in basso verso quella più alta, attratti dal gustoso cibo fresco appena aggiunto (leggi: scarti della cucina), lasceranno dietro di sé un ottimo fertilizzante naturale che non erano altro che tutti quello che sennò sarebbe finito nel bidone dell’umido.

Una Worm Farm non è ingombrante come invece può essere un bidone per il compost e non richiede tempi così lunghi ed una manutenzione eccessiva; l’unica attenzione da avere è su che tipo di scarti mettere, cercando di evitare frutta o verdure troppo acide (come i limoni) che potrebbe uccidere i vostri vermi. Quindi attenzione perché in natura, anche se sono vermi, bisogna sempre averne cura!

Giovanni Rossato Giovanni Rossato su Facebook

Giovanni Rossato

Giovanni, 25 anni, laureato in Scienze dell'Architettura a Venezia. Ho vissuto per due anni tra Australia, Nuova Zelanda e California dove mi sono innamorato della vita in campagna.

Tornato a vivere nella periferia di Verona, scrivo per passione e per promuovere uno stile di vita eco-sostenibile. Sogno di avere una fattoria con galline, capre e un barboncino di nome Edward.

Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!

Mercatopoli. Copyright ©, 2000 - 2017 by Leotron - Verona - Italy - Partita Iva: IT02079170235 - REA: VR-215439